Jung romantico, idealista, dissonante e relazionale – (Maria Lina Landi, prima parte)

religiosità

 

 

La lettura di  Jung parla   permette di ritrovare ‘l’aspetto germinale ‘ del pensiero di Jung, quell’aspetto che Jung sentiva venir meno nel momento della riflessione sistematica , quando l’attività della psiche, per sua natura imprendibile, doveva tradursi in una struttura dai caratteri definiti. Fatica e impresa  affrontata da Jung negli scritti raccolti in Collected Works.

Dalla trama tessuta dai colloqui e dalle  conferenze, di fronte a un pubblico, non perdendo mai di vista l’interlocutore esterno come quello interno, il testo  lascia emergere gli elementi fondanti del pensiero di Jung; quelli  che animano la sua pratica della psicoterapia.  Da indicarsi in particolare nella concezione che egli ha dell’inconscio e nella necessità di compensare il canone collettivo connesso al tempo in cui si vive (articolo)

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of